Paolo Maggiani Fotografie

Paolo Maggiani Fotografie
Blog creato da Paolo Maggiani - Web principale: www.paolomaggiani.it - Image bank su: www.archivio-foto.it

venerdì 25 marzo 2011

Passione Italia - LaRecherche


Passione Italia

di Roberto Maggiani

pubblicato su: www.larecherche.it



Carissimi di Lucca e Pisa, troverete, sulla copertina delle prossime Pagine Gialle, queste fotografie di mio fratello Paolo, ha vinto il concorso nazionale PassioneItalia per le province di Lucca e Pisa. Ecco il sito: http://passioneitalia.paginegialle.it/



*





Teatro del Silenzio




Produttore: OLYMPUS IMAGING CORP.

Dispositivo: E-510

Commento foto:

Data: 2010:10:01 22:45:55

Lunghezza focale: 44 mm

Diaframma: f 4.5

Apertura massima diaframma: f 2.8

Tempo di posa: 1/160 sec

Modalita' di esposizione: Program

Orientamento: Normal (O deg)

Compensazione esposizione: -1 EV

Flash: Unknown: 8

Sorgente luminosa: Unknown: 9

Compressione: Jpeg Compression

Risoluzione orizzontale: 314

Risoluzione verticale: 314

Unita' di misura risoluzione: Inch

Larghezza originale: 3648 pixels

Altezza originale: 2736 pixels




 









Descrizione di Paolo:


Il Teatro del Silenzio a Lajatico.

Il teatro nella campagna dove il Maestro Andrea Bocelli torna ogni estate ad esibirsi nella sua terra, la Terra del Silenzio, un luogo magico per l'anima e lo spirito, divenuta ormai meta fissa di turisti e visitatori. Al centro del laghetto ogni anno per un'anno è posta un'opera d'arte d'arte di un grande artista nel 2007 è stata la volta de "il grande sole" di Arnaldo Pomodoro.





*




L'ammaestratore




Produttore: OLYMPUS IMAGING CORP.

Dispositivo: E-510

Data: 2010:09:05 01:50:45

Lunghezza focale: 54 mm

Diaframma: f 9

Apertura massima diaframma: f 2.8

Tempo di posa: 1/200 sec

Modalita' di esposizione: Aperature Priority

Orientamento: Normal (O deg)

Compensazione esposizione: 0.3 EV

Flash: No Flash

Sorgente luminosa: Unknown: 9

Compressione: Jpeg Compression

Risoluzione orizzontale: 240

Risoluzione verticale: 240

Unita' di misura risoluzione: Inch

Larghezza originale: 2116 pixels

Altezza originale: 3166 pixels







Descrizione di Paolo:


Cava Henraux - Le Cervaiole











pubblicato su:

http://www.larecherche.it/testo.asp?Id=497&Tabella=Eventi

mercoledì 23 marzo 2011

Giovanni Marrozzini - tributo



"Echi", il nuovo progetto di Giovanni Marrozzini che nel marzo del 2007 lo riporta in Argentina, questa volta alla ricerca di quanti nel corso del tempo avevano lasciato Fermo, nelle Marche, per costruirsi una nuova vita al di là dell’Atlantico. Un viaggio, il suo, di trentamila chilometri in tre mesi e mezzo, in aereo, in autobus, in auto. Un viaggio ritmato dagli incontri, dalle storie personali, con l’intento di mettere in relazione il vissuto dei suoi interlocutori con il fenomeno migratorio ... (dall'introduzione di Giovanna Calvenzi)

Edizione anno: 2008



FERMO – Mostra “Echi. Emigranti marchigiani in Argentina” del fotografo freelance Giovanni Marrozzini

Dal 6 dicembre 2008 all’11 gennaio 2009 nell’ambito delle celebrazioni della Giornata delle Marche sarà allestita la mostra fotografica intitolata “Echi. Emigranti marchigiani in Argentina” del fotografo freelance fermano Giovanni Marrozzini



Il sindaco di Fermo, Saturnino Di Rusciol’ha definita testimonianza importante e occasione di approfondimento delle tradizioni e dei valori marchigiani. È la mostra fotografica intitolata “Echi. Emigranti marchigiani in Argentina” che il Palazzo dei Priori, in Piazza del Popolo, ospiterà dal 6 dicembre 2008 all’11 gennaio 2009 nell’ambito delle celebrazioni della Giornata delle Marche. Autore: Giovanni Marrozzini, fotografo freelance fermano classe ’71. Giovane ma con esperienze importanti in Africa, nello Zambia, Kenya, Tanzania e Etiopia, al fianco di alcune ONG. È stato vincitore nel 2006 dell’Epson Portfolio Italia col fotoreportage “Hotel Argentina” e l’anno successivo si è aggiudicato il concorso per fotografi professionisti di Orvieto.  

Per realizzare “Echi”, ha percorso 30.000 chilometri in quattro mesi incontrando migranti marchigiani di cui ha voluto conoscere le storie di vita quotidiana. Ne ha carpito le chiavi di lettura e li ha fotografati, congelando una parte di realtà emblematica dei legami indissolubili che mantengono col territorio di origine: le Marche e il Fermano. Foto che costituiscono la memoria storica della comunità marchigiana d’Argentina. Marrozzini si è stupito di come dalle loro storie sia venuto fuori qualcosa di incredibile che ha reso dei personaggi comuni, personaggi epici. Molti piangevano mentre confessavano l’orgoglio di essere italiani e la curiosità di sapere come è oggi Fermo.





Encomiabile il ruolo di Juan Carlos Paglialunga, presidente del Comites di Bahia Blanca e dell'Intercomites Argentina, che lo ha messo in contatto con numerose persone. In una terra geograficamente lontana ma emotivamente prossima, i marchigiani mantengono ancora tradizioni che noi, al contrario, stiamo perdendo. Sono i nostri emigranti a insegnarci dall'altra sponda dell'Atlantico il valore delle tradizioni e dell'attaccamento alle origini. A partire da sabato la mostra sarà aperta dalle 10 alle 13 e dalle 15:30 alle 18.

 

A margine, l’otto dicembre alle 16:30 presso il Buc Machinery di Via dell’Università, sarà presentato il libro “Terra Promessa. Il sogno argentino”, scritto da Paola Cecchini, giornalista dell’ufficio stampa della Regione Marche. Oltre al fotografo Marrozzini, saranno presenti il governatore regionale Gian Mario Spacca e il sindaco Saturnino Di Ruscio. La città di Fermo è infatti gemellata con Bahìa Blanca, a sud di Buenos Aires.

 

Qui esiste da anni una scuola dell`obbligo intitolata proprio a Fermo. È la Escuela de Enseñanza Media Nº 10 “Ciudad Hermana de Fermo“ del Barrio Patagonia. In città risiede anche una nutrita pattuglia di emigranti marchigiani. Per rafforzare questo legame il dieci dicembre arriverà in città una delegazione che dovrebbe comprendere anche il primo cittadino di Bahìa Blanca, Cristian Breitenstein. Saranno i personaggi della Cavalcata dell`Assunta e delle rievocazioni storiche di altri comuni del Fermano, assieme alle autorità cittadine, ad accogliere, alle 16:30, la delegazione.



 



L’umanità dei reportage di Giovanni Marrozzini



Un bianco & nero intenso, vivido e viscerale, che non risparmia niente e nessuno, che sa raccontare l’umanità dando forza alle emozioni, caratterizza lo sguardo che Giovanni Marrozzini rivolge al mondo intero, dai paesi più deboli e indifesi dell’Africa e dell’Argentina all’Italia degli ex pazienti manicomiali, 28 anni dopo la legge 180.



I suoi reportage documentano le attività umanitarie intraprese da organizzazioni nazionali e internazionali, puntano l’obiettivo sulla quotidianità delle fasce deboli della società Argentina, sugli effetti ...



... l'intervista continua su:

http://www.clickblog.it/post/3575/l%E2%80%99umanita-nei-reportage-di-giovanni-marrozzini



“Hotel Argentina”, Giovanni Marrozzini

Reportage e racconto fotografico si distinguono per la natura delle cose rappresentate e l’articolazione descrittiva dei contenuti narrati. Alla base del reportage ci sono i concetti di documentazione e attualità, ai quali non necessariamente è legato il racconto, nel quale, invece, hanno una funzione importante, la costruzione, la soggettività, l’invenzione e la fantasia. Il reportage è racconto, non sempre, invece, il racconto è reportage. In “Hotel Argentina”, Giovanni Marrozzini, coniuga il concetto di reportage con quello di racconto. E lo fa bene, soprattutto dal punto di vista progettuale, con linguaggio calibrato, lineare e una cifra stilistico-narrativa personale. In questo lavoro c’è documentazione e attualità, interpretazione e organizzazione, sequenza e creatività. Un reportage di racconti collegati e coerenti, tra loro e singolarmente; ...


... continua su:

http://www.fotologie.it/marrozzini.html 



Hotel Argentina”. Diario di un viaggiatore sensibile e curioso, preciso e discreto… “Mi sono fermato nei posti che più mi affascinavano – precisa l’autore– e lì cercavo una storia da raccontare, un’emozione da trasmettere, una camera d’hotel”. Venticinque storie -, segmenti di vita, microcosmi sociali, frammenti visivi d’una realtà complessa – raccolte lungo le strade d’Argentina. Una proposta culturale stimolante, per forma, contenuti e struttura, di cui pubblichiamo dodici racconti. E’ estremamente interessante l’utilizzo del trittico che permette di “storicizzare” l’attualità e sezionare, tratteggiandola per temi, una parte, quella povera, della società argentina. Non solo. L’indagine anticipa una delle possibili evoluzioni del concetto di portfolio fotografico, ...

...continua su:

http://www.liberolibro.it/giovanni-marrozzini-raccontare-l%E2%80%99umanita-dando-potenza-alle-emozioni/

 


lunedì 21 marzo 2011

CLIMA, GUERRA, UNITA' D'ITALIA

c'è l'Unità d'Italia e c'é la pioggia

c'é la guerra e c'é il sole



pioggia e sole influiscono sull'umore delle persone, quindi:



con l'Unità d'Italia, ci sia la pioggia per pacare gli entusiasmi

con la guerra alle porte, ci sia il sole, almeno ci si pensa meno!



www.sciechimiche.org



Una foto su Flickr Una foto su Flickr Una foto su Flickr




Le scie chimiche sono legate ad:



Haarp è un programma di ricerca nato per studiare le proprietà della ionosfera ...




H.A.A.R.P.



HAARP ha sede a Gakona, Alaska, ed è costituito fondamentalmente da 180 piloni di alluminio alti 22 metri. Su ogni pilone sono state installate doppie antenne a dipoli incrociati, una coppia per la banda bassa l'altra per la banda alta, in grado di trasmettere onde ad alta frequenza fino ad una distanza di 350 km grazie alla loro potenza. Queste onde sarebbero indirizzabili verso zone strategiche del pianeta, sia atmosferiche che terrestri.





mercoledì 2 marzo 2011

UN MESE DENSO DI AVVENIMENTI FOTOGRAFICI

..il mese di Marzo 2011, è per me un mese denso di avvenimenti fotografici, e dopo aver seminato raccolgo molto.



Iniziamo con la segnalazione da parte dello staff di MicroMosso di una mia foto inserita nella photogallery sul sito www.micromosso .it.

mio post: http://paesaggiapuolunensi.splinder.com/post/24184406/micromosso-foto-in-home-page





E' uscita e viene presenta nelle edicole il prossimo 6 Marzo a Roma l'antologia poetica curata da Roberto Maggiani "Quanti di Poesia" ed. Arca Felice, di cui ho curato le illustrazioni fotografiche con una serie di miei scatti sia in B/N che a colori; una piccola tiratura in serie limitata e numerata che andrà in lettura agli estimatori della poesia contemporanea.

mio post: http://paesaggiapuolunensi.splinder.com/post/24174468/quanti-di-poesia

e il post: http://paesaggiapuolunensi.splinder.com/post/24026165/quanti-di-poesia



Ho vinto il concorso Fotografico Nazionale Passione Italia - Fiaf - nella sezione "ARTICOLO UNO-la Repubblica fondata sul lavoro" per la provincia di Lucca, per cui ritroverete la foto con il titolo "L'ammaestratore" in copertina alle Pagine Gialle della provincia di Lucca.

Ho vinto, sempre nel concorso Fotografico Nazionale Passione Italia - Fiaf - nella sezione "NOVAPOLIS-i nuovi luoghi della tua città" per la provincia di Pisa, per cui ritroverete la foto con il titolo "Teatro del Silenzio" in copertina a TuttoCittà della provincia di Pisa.

Sempre per questo concorso, la tre mie foto non vincitrici sono segnalate dalla giuria per il prosseguio del concorso.

mio post: http://paesaggiapuolunensi.splinder.com/post/24215355/vincitore-per-la-provincia-di-pisa



martedì 1 marzo 2011

ABBRACCIAMO LA MARMIFERA !




ABBRACCIAMO LA MARMIFERA !



Sabato 5 marzo ore 15,30  presso la ex Stazione di S. Martino (Carrara)

 

in occasione della “Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate” e di “Abbracciamo la cultura”

  



Lettura collettiva

(di brani su Carrara ,la città sostenibile, la Marmifera,, la bici e quello che volete)

 

per ricordare al Sindaco di Carrara l’impegno preso per realizzare un percorso ciclo-pedonale sulla ex Ferrovia Marmifera (S. Martino - Avenza) e per chiedere la realizzazione di un Museo della Ferrovia Marmifera nella ex Stazione di S. Martino







Seguirà ciclo-passeggiata per le vie del centro storico

  

TUTTI COLORO CHE VOGLIONO BENE A CARRARA SONO INVITATI !

 

Si può partecipare sia in bici che a piedi

FIAB Ruota Libera, Comitato SOS Carrara, Legambiente, Italia Nostra, Arci, Amare Marina, La Ragione del Restauro, Meet Up Carrara, CGIL F.P..

 

Per informazioni : fiabruotalibera@libero.it  tel 347 6025691

vincitore per la provincia di: PISA


http://passioneitalia.tuttocitta.it/foto-Vie_e_piazze_curiose_d%27Italia-Pisa-Teatro_del_Silenzio-i20001




tema del concorso



i nuovi luoghi della tua città

 



vincitore per la provincia di: PISA





Teatro del Silenzio

Teatro del Silenzio

Il Teatro del Silenzio a Lajatico.
Il teatro nella campagna dove il Maestro Andrea Bocelli torna ogni estate ad esibirsi nella sua terra, la Terra del Silenzio, un luogo magico per l'anima e lo spirito, divenuta ormai meta fissa di turisti e visitatori. Al centro del laghetto ogni anno per un'anno è posta un'opera d'arte d'arte di un grande artista nel 2007 è stata la volta de "il grande sole" di Arnaldo Pomodoro.







Paolo

Marina di Carrara (MS)








Descrizione

 Il Teatro del Silenzio a Lajatico. Il teatro nella campagna dove il Maestro Andrea Bocelli torna ogni estate ad esibirsi nella sua terra, la Terra del Silenzio, un luogo magico per l'anima ...



Commento dell'Autore