Paolo Maggiani Fotografie

Paolo Maggiani Fotografie
Blog creato da Paolo Maggiani - Web principale: www.paolomaggiani.it - Image bank su: www.archivio-foto.it

sabato 25 febbraio 2017

Le tappe In Viaggio con Dickens, Picture from Italy, perché sul Blog Paesaggi Apuo-Lunensi?

Le tappe di "In Viaggio con Dickens", due fotografi ripercorrono le tracce di "Picture from Italy" perché sul Blog Paesaggi Apuo-Lunensi?
charles-dickens-portrait-fellowship-by-paolo-maggiani
1) Perché, in primo luogo quest'anno Carrara è sede del Convegno Mondiale 2017 dell'Associazione Dickens, di tutte le sue filiali nel mondo, da tutte quelle Inglesi a quelle Australiane e Newzelandesi, da quelle Canadesi a tutte quelle Statunitensi, e poi le Indiane, Giapponesi, Francesi, Nordiche di Norvegia Danimarca e Olanda e persino Polacche.

2) Poi perché io risiedo a Carrara, e quindi le tappe del mio viaggio faranno quasi sempre ritorno nella mia città natale.

3) Perché la tappa finale di questo nuovo "viaggio in Italia con gli occhi di Dickens" sarà una mostra fotografica, unica nel suo genere e presentata per la prima volta proprio a Carrara, in Luglio durante il Convegno Mondiale dell'Associazione Dickens, con sede nel prestigioso Palazzo Binelli.

4) Perché Charles Dickens fu uno dei primi, che impostò il "Gran Tour" descritto dalla raccolta di lettere delle sue "Impressioni d'Italia" per l'appunto compongono il suo "Picture from Italy" inviate all'amico John Forster, in modo da sperimentare nuove ed alternative tappe Italiane, come quella di Carrara ad esempio, alle classiche città d'arte italiane.

venerdì 24 febbraio 2017

Dickens, arte e paesaggio. Carrara 2017

"Dickens, arte e paesaggio"


Scrittori e poeti inglesi sono sempre stati attratti dall'Italia come un paese contraddistinto da una ricchezza artistica e naturale unica, una passata grandezza rimasta coperta in velo di polvere. Dante, Petrarca e Boccaccio e molti altri poeti e scrittori italiani sono stati spesso uno stimolo alla realizzazione poetica inglese.

La Toscana, in particolare, ha ospitato le personalità letterarie più importanti della letteratura inglese a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo e l'epoca vittoriana.

Charles Dickens visitò Carrara per la prima volta nel gennaio del 1845, dove è rimasto colpito dalla vista mozzafiato delle cave di marmo bianco, che egli descrive in Pictures in Italia e nelle numerose lettere al suo amico John Forster. Le magnifiche cave di marmo bianco nel cuore delle Alpi Apuane sono uniche e si rivelano come una visione scintillante davanti agli occhi del visitatore. Entrando nel cuore della montagna, si può toccare il prezioso materiale così altamente prediletto da artisti come Michelangelo e Canova. L'occhio acuto di Dickens è stato in grado di cogliere il disagio dei cavatori e la precarietà della loro vita, qualcosa che oggi è ancora attuale.

La conferenza Dickens Fellowship offre l'opportunità di seguire le orme di Dickens, lungo antiche vie romane e di visitare antichi palazzi e monumenti in una parte impareggiabile d'Italia, in una perfetto combinazione di arte e natura.

La conferenza coincide con la riapertura del Teatro degli Animosi di Carrara, un'opera d'arte del XIX secolo, un teatro completamente restaurato e riportato di nuovo alla sua bellezza originaria, come descritto da Dickens in "Pictures from Italy" tradotto "Impressioni d'Italia" o "Impressioni Italiane".

Carrara ospiterà molti specialisti di Dickens: studiosi e accademici, Dickensiani dal mondo anglofono e da università italiane, che indagheranno sul modo in cui Dickens e dei suoi contemporanei percepirono l'Italia, la sua cultura, la storia e le persone. Sarà un evento volto a favorire e valorizzare il dialogo delle culture, fortemente sostenuta dalla Regione Toscana, Carrara enti locali, il Dipartimento Scolastico Regionale, Università di Pisa, Università di Milano, AIA, ANDA e molte altre istituzioni italiane e britanniche, per non parlare di aziende private, benefattori e, naturalmente, The International Dickens Fellowship.

martedì 21 febbraio 2017

Charles-Dickens-luminosi-campanili-aperti-in-alto-e-case-dipinte-con-colori-vivaci-Genova-La-Spezia

Charles-Dickens-Genova-La-Spezia-luminosi-campanili-aperti-in-alto-e-case-dipinte-con-colori-vivaci_mag1997-BLOG

A ROMA ATTRAVERSO PISA E SIENA

Non c’e niente di più bello in Italia, secondo me, della strada costiera che collega Genova con Spezia.
... dall'altro lato ci sono alte colline, gole cosparse di casette bianche, macchie di oliveti scuri, chiese di campagna con i loro luminosi campanili aperti in alto e case dipinte con colori vivaci.

Charles Dickens, Impressioni D'Italia
traduzione a cura di Marzia Dati, Dickens Fellowship filiale di Carrara

Charles-Dickens-case-dipinte-con-colori-vivaci-Genova-La-Spezia


Charles-Dickens-Genova-La-Spezia-case-dipinte-con-colori-vivaci_mag2026_32602846902_o-BLOG
A ROMA ATTRAVERSO PISA E SIENA

Non c’e niente di più bello in Italia, secondo me, della strada costiera che collega Genova con Spezia.
... e case dipinte con colori vivaci.

Charles Dickens, Impressioni D'Italia
traduzione a cura di Marzia Dati, Dickens Fellowship filiale di Carrara

giovedì 16 febbraio 2017

Dickens mare blu aperto strada costiera Genova La Spezia Bonassola

Bonassola-Cinque-Terre-La-Spezia-Charles-Dickens-passo-del-Bracco-mare-azzurro_MAG1190-BLOG.psd
Dickens mare blu aperto strada costiera Genova La Spezia Bonassola

Non c’e niente di più bello in Italia, secondo me, della strada costiera che collega Genova con Spezia. Da un lato, ora in basso, ora quasi allo stesso livello della strada, spesso fiancheggiato da rocce irregolari di varie forme, c’è il mare blu aperto, sul quale scivola lentamente una pittoresca feluca; dall'altro lato ci sono alte colline, gole cosparse di casette bianche, macchie di oliveti scuri, ...

dal saggio: IMMAGINI DI CARRARA: DAL DIARIO DI VIAGGIO DEL GRANDE SCRITTORE INGLESE CHARLES DICKENS di Marzia Margherita Dati
( Appendice / Da Immagini dall’Italia di Charles Dickens / A ROMA ATTRAVERSO PISA E SIENA / Camogli dalla strada costiera )

Bonassola-Cinque-Terre-La-Spezia-Charles-Dickens-passo-del-Bracco-mare-azzurro_MAG1190.psd

martedì 14 febbraio 2017

Camogli-villaggi-abitati-esclusivamente-da-pescatori-rassettano-le-reti-Charles-Dickens-passo-del-Bracco-provincia-di-Genova_MAG2611-BLOG.psd

Camogli-villaggi-abitati-esclusivamente-da-pescatori-rassettano-le-reti-Charles-Dickens-passo-del-Bracco-provincia-di-Genova_MAG2611-BLOG.psd
Qualcuno dei villaggi è abitato quasi esclusivamente da pescatori, e fa piacere vedere le loro grandi barche tirate a secco sulla spiaggia, ... mentre essi rassettano le reti.
C'è una città, Camogli, col suo piccolo porto sul mare, ad un centinaio di piedi sotto la strada, in cui ci sono famiglie di marinari, ...

lunedì 13 febbraio 2017

Camogli Dickens anelli di ferro arrugginito e individui dal carattere anfibio

Camogli-piratesca-citta-marinara-nel-piccolo-porto-anelli-di-ferro-arrugginiti-ed-individui-di-carattere-anfibio-Charles-Dickens-passo-del-Bracco-provincia-di-Genova_MAG2480-BLOG
Il Cammino ad ogni passo è ostruito da anelli di ferro arrugginiti e da catene d'ormeggio; ... sul parapetto del rozzo molo, alcuni individui di carattere anfibio stanno a dormire, con le gambe ciondoloni sull'acqua, come se per essi l'acqua e la terra fossero tutt'una cosa, e come se, cadendo in mare, essi fossero disposti naturalmente ad abbandonarsi alla corrente e a sonnecchiare comodamente tra i pesci; ... 

Charles Dickens percorrendo il passo del Bracco in provincia di Genova incontra
Camogli, piratesca città marinara dove nel piccolo porto nota anelli di ferro arrugginiti ed individui di carattere anfibio.

domenica 12 febbraio 2017

Gabbani, occidentali's karma

non si può essere Zen in un mondo economico - Paolo Maggiani
"Non si può essere Zen in un mondo economico"
Ho scritto così in una mia idea del mattino appuntata su un foglio, qualche settimana fa.
E Francesco Gabbani, mio concittadino che apprezzo già dal suo Sanremo dell'anno scorso, per il suo modo spontaneo di essere e per il suo talento, ovviamente! E quest'anno cosa fa: si presenta a Sanremo e addirittura lo vince con una canzone, che descrive il particolare modo di essere Zen per noi occidentali!!! E io, cosa curiosa, cosa ho scritto qualche settimana fa in un mio pensiero/intuizione del mattino? (mi succede spesso di averne e con un certo sforzo per non dimenticarmene spesso me le appunto, sono  parole e concetti che mi vengono da chissà quale profonda connessione) Questo, che ripeto: "Non si può essere Zen in un mondo economico"!!!
Che fossi in sintonia con il Gabba?! o che fossi in sintonia con una coscienza comune in cui il nostro modo di esistere si sta evolvendo per un upgrade di coscienza universale??!!.
Chissà se anche il nostro Francesco potrebbe condividere questa mia idea come definizione calzante per il suo ultimo successo?!
Paolo Maggiani

i pirati di Camogli un fumetto, in viaggio con Charles Dickens

Camogli, "la più salata, la più rude, la più piratesca città che si sia mai vista" scrisse, con bella intuizione, Charles Dickens
"Ed ecco che mi trovo sulla passeggiata lungomare di Camogli ed incontro una libreria che mi attira, una libreria bella grande e rifornita di libri marinareschi e di cultura locale, fotografici e non, di fotografia recente e fotografia d'epoca, espone molte di queste opere all'esterno su un banco libraio, dove poterli anche sfogliare per una prima visione.
Cosa ti trovo? molti libri interessanti che mi potrebbero aiutare nella mia ricerca fotografica sulle tracce di Dickens, ovviamente.
Ma sul banco in un angolo in alto, dove molte persone prima di me lo osservano, noto: i pirati di Camogli un fumetto del '49, che narra le vicende di tal Capitan Pietro Schiaffino, cosa curiosa, perché di prima ho pensato di comprare il libro per un pensierino da portare a Pietro, il mio bimbo!!!

i-pirati-di-camogli-citta-pratesca-Charles-Dickens-viaggio-in-italia-copertina

i-pirati-di-camogli-citta-pratesca-Charles-Dickens-viaggio-in-italia-fumetto
E infatti quando a casa glielo leggo lui ride, ... Pietro Schiaffino?! Esclama ridendo.
--- o ---
Charles Dickens (1812-1870) visita Camogli durante il suo soggiorno a Genova nel 1844. La descrizione di Camogli è compresa nelle “Impressioni d’Italia”, pubblicato nel 1846.

sabato 11 febbraio 2017